Skip to content

Il Coltello

Il Coltello

Il coltello è uno degli strumenti più importanti creati dall’uomo. E’ un utensile di uso manuale utilizzato per il taglio e solitamente consiste in una lama ad una punta con uno o più bordi affilati fissata ad un manico. Le lame sono state utilizzate come utensili ed armi dall’età della pietra, all’alba dell’umanità. Gli esperti ritengono il coltello come uno dei primi attrezzi progettati dagli esseri umani per sopravvivere, ed  è uno dei pochi oggetti che viene prodotto in tutto il mondo e in tutte le culture.  Nel Paleolitico, l’uomo utilizzava affilati coltelli di pietra, osso o altri materiali duri, senza nessun manico in legno. Questo strumento aiutò gli erbivori ad utilizzare nuove fonti di sostentamento, permettendo di sfruttare le carcasse degli animali per recuperare la carne, in quanto i loro denti non erano disegnati per staccare la carne. Più tardi con gli sviluppi della fusione e della metallurgia le lame sono state sostituite prima dal rame, poi dal bronzo, dal ferro e infine dall’acciaio.

Mentre i materiali sono cambiati con il tempo, il disegno di base rimane lo stesso. Nel mondo occidentale, a partire dal  Medioevo il coltello è diventato un utensile comune di largo consumo, visto come arma da caccia e da combattimento, tanto che lo si portava appeso alla cintura, infilato in una apposita custodia, assumendo, però, il carattere di oggetto personale, al punto che nessuno avrebbe mai pensato di metterlo in tavola, a disposizione degli altri, ognuno, infatti, usava il proprio, di cui era gelosissimo. Occorre attendere il 1630 per apprezzare una produzione dedicata esclusivamente all’uso da tavola e fu con il XVIII secolo che iniziò a svilupparsi l’uso di coltelli specificatamente forgiati e impreziositi, oltre che funzionali, ad uso di posateria.

Di coltelli, al giorno d’oggi,  ne esistono di tantissimi tipi destinati agli usi più diversi,  la tipologia più diffusa è quella dei coltelli da cucina, ovvero tutti quei coltelli destinati alla lavorazione, trasformazione e preparazione del cibo. Il coltello da cucina è lo strumento essenziale per ogni cuoco, amatoriale o professionista che sia. I coltelli professionali sono come una seconda mano. Poliedrici, con diverse grandezze e misure, in acciaio inox, in ceramica, con manici in legno o in plastica, sono versatili e possono fare la differenza in ogni preparazione, a prescindere da quale sia l’ingrediente principale.

Un buon set di coltelli base per una cucina domestica media dovrebbe includere:

  • Un coltello multiuso (13-15 cm) – utilizzato per una vasta gamma di alimenti; spesso una scelta per il primo coltello, in quanto può fare molti piccoli tagli in cucina
  • Un coltello da chef (20-25 cm) – usato per tagliare, sminuzzare e tritare
  • Un coltello per verdure o da sbucciatura (5-8 cm.) chiamato anche spelucchino – usato per sbucciare o mondare le verdure
  • Un coltello da pane (seghettato) – usato per pane, torte, frutta e pomodori.
  • Un coltello per filettare: aiuta a sfilettare i pesci. Acquistalo solo se hai intenzione di sfilettare
  • Un coltello disosso, utile per sgrassare la carne, disossare o refilarla
  • Un coltello da affettare – utilizzato per ottenere fette sottili e uniformi di carne da arrosti, pollo intero, carne cotta o cruda

Oltre all’aspetto culinario, le tipologie e l’utilizzo di coltelli di varie forme, caratteristiche e dimensioni spaziano in vari ambiti: sportivi, da campeggio, militari e tattici, da caccia, da collezione ecc. 

Per informazioni e approfondimenti contattare la nostra azienda partner:

https://www.qualitaeconvenienza.ch/coltelleria-collini/

Condividi!

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest